Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome 2018
Melanome

Utilità del trattamento con Naltrexone per condizioni dermatologiche infiammatorie croniche


La dermatologia sta riscontrando crescenti tassi di malattie autoimmuni che si manifestano in condizioni primarie della pelle difficili da trattare senza il rischio di immunosoppressione.
Il Naltrexone è un antagonista oppioide attivo per via orale che influenza una varietà di vie sistemiche, incluso il sistema immunitario, a basse dosi da 1.5 a 4.0 mg/die.
Questo fenomeno ha suscitato l'interesse di ricercatori e professionisti in merito al potenziale del Naltrexone a basse dosi nel trattamento di diverse condizioni autoimmuni.

È stata rivista la letteratura esistente sul trattamento con Naltrexone per condizioni dermatologiche.
I 22 articoli inclusi comprendevano studi clinici randomizzati, case report e serie. C'erano 7 articoli su Naltrexone a basse dosi, 1 su Naltrexone topico e 14 sull'uso di Naltrexone ad alte dosi in dermatologia.

In dosi elevate, basse e topiche, il Naltrexone era efficace nel trattamento del prurito attribuibile a dermatite atopica, prurigo nodularis, colestasi, ustioni, sclerosi sistemica, malattia di Hailey-Hailey e lichen planopilaris.
Il Naltrexone ad alte dosi era inefficace nel trattare il rossore e il prurito uremico, molto probabilmente a causa della mancanza di coinvolgimento degli oppioidi nei meccanismi patofisiologici di queste condizioni.

In conclusione, i risultati hanno indicato che il Naltrexone a basse dosi è sicuro ed efficace nel trattamento della malattia di Hailey-Hailey e del lichen planopilaris e che il Naltrexone sia a basse che ad alte dosi tratta con successo il prurito attribuibile a varie condizioni patologiche; tuttavia, in coloro che assumono alte dosi si sono verificati più effetti avversi.

Il Naltrexone a basso dosaggio ha il potenziale per il trattamento di condizioni infiammatorie croniche della pelle; tuttavia, sono necessari ulteriori studi sul dosaggio e linee guida sul trattamento a lungo termine. ( Xagena2019 )

Ekelem C et al, JAMA Dermatol 2019; 155: 229-236

Dermo2019 Farma2019


Indietro