Dermabase.it
Melanome
OncoDermatologia
Melanome 2018

Malattie autoimmuni nei pazienti con lupus eritematoso cutaneo


Sono stati riportati tassi aumentati di condizioni autoimmuni in associazione con il lupus eritematoso sistemico ( SLE ).
Poco si sa circa le condizioni autoimmuni coesistenti nei pazienti con lupus eritematoso cutaneo ( CLE ) senza lupus eritematoso sistemico.

Sono stati determinati la prevalenza e i fattori di rischio di avere condizioni autoimmuni coesistenti nei pazienti con lupus eritematoso cutaneo in uno studio trasversale, condotto tra il 2008 e il 2017 presso lo University of Texas Southwestern Medical Center ( UTSW ) e il Parkland Health and Hospital System, Dallas ( Texas; Stati Uniti ).
I partecipanti sono stati identificati nel Registro UTSW Cutaneous Lupus Registry.

Tutti i partecipanti avevano una diagnosi confermata dal dermatologo di lupus eritematoso cutaneo utilizzando la correlazione clinicopatologica.
I criteri di esclusione includevano una età inferiore a 18 anni e il fatto di soddisfare almeno 4 criteri diagnostici ACT ( American College of Rheumatology ) per il lupus eritematoso sistemico.
I partecipanti con lupus eritematoso cutaneo e senza concomitanti malattie autoimmuni sono stati confrontati per le caratteristiche demografiche e patologiche.

Gli esiti primari e secondari erano la presenza di condizioni autoimmuni coesistenti e di malattie autoimmuni individuali, rispettivamente.
Sono state identificate le variabili predittive associate in modo significativo alle malattie autoimmuni coesistenti.

Tra i 285 partecipanti inizialmente selezionati, sono stati inclusi 129 partecipanti con lupus eritematoso cutaneo ( 102, 79.1%, di sesso femminile, età media, 49 anni ).

Le condizioni autoimmuni coesistenti sono state rilevate in 23 ( 17.8% ) pazienti.
La malattia autoimmune della tiroide ha avuto la più alta frequenza al 4.7% ( n=6 ).

I pazienti con lupus eritematoso cutaneo che erano bianchi ( odds ratio, OR=2.88; P=0.0498 ), mai stati fumatori ( OR,=3.28; P=0.03 ), avevano una storia familiare di malattia autoimmune ( OR=3.54; P=0.02 ) e avevano una storia di risultato positivo al test degli anticorpi antinucleari ( OR=4.87; P=0.003 ) hanno mostrato una associazione significativa con la coesistenza di condizioni autoimmuni.

In conclusione, lo studio ha indicato che i pazienti con lupus eritematoso cutaneo senza lupus eritematoso sistemico concomitante possono avere tassi aumentati di condizioni autoimmuni coesistenti.
Per confermare questi risultati sono necessari studi futuri che indaghino lo sviluppo di condizioni autoimmuni coesistenti nel tempo nella popolazione con lupus eritematoso cutaneo. ( Xagena2018 )

Foley P et al, JAMA Dermatol 2018; 154: 676-683

Dermo2018 Reuma2018



Indietro