Dermabase.it
Melanome 2018
OncoDermatologia
Melanome

Fattori di rischio e caratterizzazione di vitiligine e alopecia areata nei pazienti con malattia graft-vs-host cronica


Le manifestazioni cutanee della malattia graft-vs-host ( GvHD; malattia del trapianto contro l’ospite ) cronica sono molto variabili e possono comprendere malattie autoimmuni ben caratterizzate, tra cui la sclerosi sistemica e la sindrome di Sjögren.
Tuttavia, la vitiligine e l’alopecia areata non sono state ben caratterizzate nell’ambito della GvHD cronica.

Per determinare i marcatori di laboratorio, i fattori legati al trapianto, e altre manifestazioni sistemiche associate alla vitiligine e/o alla alopecia areata nei pazienti con malattia graft-vs-host cronica è stato effettuato uno studio retrospettivo condotto dal National Institutes of Health ( NIH ) di 282 pazienti adulti e pediatrici con GvHD cronica tra il 2004 e il 2013.

Sono state incluse nell'analisi misure demografiche e dati clinici di laboratorio, comprese le misure di 11 anticorpi. I pazienti con vitiligine e/o alopecia areata sono stati identificati dalla documentazione fornita dal dermatologo e da prove fotografiche.
Sono stati determinati i fattori di rischio per la vitiligine e lo sviluppo di alopecia areata.

15 pazienti su 282 ( 5.3% ) hanno presentato vitiligine ( 14 su 282; 4.9% ) e/o alopecia areata ( 2 su 282; 0.7% ) ( 1 paziente aveva sia vitiligine sia alopecia areata ).

L'analisi univariata ha identificato mismatch sessuale di donatore femminile verso paziente destinatario maschio ( P=0.003 ), risultati positivi per gli anticorpi anticardiolipina ( ACA ) IgG ( P=0.03 ) oppure anticorpi antiparietali ( P=0.049 ), livelli CD19 elevati ( P=0.045 ) e livelli IgG normali o elevati ( P=0.02 ) come fattori di rischio per la vitiligine o l’alopecia areata.

Il mismatch sessuale di donatore femminile verso paziente destinatario maschio ( P=0.003 ) e i risultati positivi per ACA-IgG ( P=0.01 ) hanno mantenuto importanza nella analisi multivariata.

In conclusione, un donatore femminile e la mancata corrispondenza tra donatore femminile e destinatario maschio, in particolare, sono significativamente associati con lo sviluppo di vitiligine e/o alopecia areata.
Sono necessari ulteriori studi per esplorare i fattori di rischio correlati al trapianto che possono portare a una migliore comprensione dei meccanismi patogenetici della malattia graft-vs-host cronica. ( Xagena2015 )

Zuo RC et al, JAMA Dermatol 2015;151:23-32

Dermo2015



Indietro