Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite
Melanoma
Dermabase.it

Cotrimossazolo orale di breve durata versus Benzilpenicillina benzatinica intramuscolare per impetigine in una regione altamente endemica


L’impetigine colpisce oltre 110 milioni di bambini in tutto il mondo in qualsiasi momento. Il peso maggiore della malattia si trova in ambiti in via di sviluppo e tropicali dove gli antibiotici topici sono poco pratici e portano a una rapida comparsa di resistenza antimicrobica.
Pochi studi su antibiotici sistemici sono a disposizione per guidare la gestione di impetigine estesa.

Sono stati confrontati Cotrimossazolo ( Bactrim ) a breve ciclo orale con il trattamento standard con Benzilpenicillina benzatinica ( Benzatilpenicillina ) intramuscolare nei bambini con impetigine in un ambiente altamente endemico.

In uno studio di non-inferiorità, randomizzato e controllato, bambini australiani indigeni di età compresa tra 3 mesi e 13 anni con impetigine non-bollosa purulenta o crostosa sono stati randomizzati a ricevere Benzilpenicillina benzatinica ( iniezione ), Cotrimossazolo 2 volte al giorno per 3 giorni ( 4 mg/kg più 20 mg/kg per dose ), o Cotrimossazolo una volta al giorno per 5 giorni ( 8 mg/kg più 40 mg/kg per dose ).

Ad ogni visita, i partecipanti sono stati randomizzati in blocchi di 6 e 12, stratificati per gravità della malattia.
I ricercatori hanno confrontato immagini digitali delle piaghe dal giorno 0 al giorno 7.

L'endpoint primario era il successo del trattamento al giorno 7.

Nel periodo 2009-2012, 508 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Benzilpenicillina benzatinica ( n=165, 156 analizzati ), Cotrimossazolo 2 volte al giorno per 3 giorni ( n=175, 173 analizzati ), o Cotrimossazolo una volta al giorno per 5 giorni ( n=168, 161 analizzati ).

Il trattamento ha avuto successo in 133 ( 85% ) dei bambini che hanno ricevuto Benzilpenicillina benzatinica e in 283 ( 85% ) che hanno ricevuto Cotrimossazolo in pool ( differenza assoluta 0.5% ), dimostrando la non-inferiorità di Cotrimossazolo ( margine del 10% ).

I risultati per Cotrimossazolo 2 volte al giorno per 3 giorni e Cotrimossazolo una volta al giorno per 5 giorni sono stati simili.

Gli eventi avversi si sono verificati in 54 partecipanti, 49 dei quali ( 90% ) hanno ricevuto Benzilpenicillina benzatinica.

Cotrimossazolo per breve durata è un trattamento alternativo non-inferiore a Benzilpenicillina benzatinica per l’impetigine; è appetibile, indolore, pratico e di facile somministrazione. ( Xagena2014 )

Bowen AC et al, Lancet 2014;384:2132-2140

Inf2014 Dermo2014 Farma2014


Indietro